201709.13
0
0

Top 5 punti panoramici dell’Empolese Valdelsa

Print Friendly
Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Pin on Pinterest0Email this to someone

Per i maniaci dell’obbiettivo sempre sempre alla ricerca dell’inquadratura perfetta per una foto da incorniciare (o da condividere!) e per tutti i romantici che hanno voglia di godersi dall’alto la meraviglia del paesaggio toscano, abbiamo selezionato una top 5 a prova di vertigini dei migliori punti panoramici dell’Empolese Valdelsa!

5 – Torre del Palazzo della Volta a Fucecchio

torre palazzo della voltaNel cuore del centro storico della città di Indro Montanelli, la moderna torre del Palazzo della Volta dove ha sede la Fondazione Montanelli Bassi, è certamente il più inedito tra i punti panoramici del nostro territorio! Inaugurata a novembre 2016, la torre alta 17 metri è allo stesso tempo un supporto alla stabilità del palazzo medievale, il vano dell’ascensore per consentire l’accessibilità ai disabili e un inedito punto panoramico. Da qui lo sguardo si posa sui tetti delle case e delle chiese del paese, spazia fino alle torri del Parco Corsini, allargandosi infine per abbracciare tutta la vallata circostante.

4- Pietramarina

vista da pietramarinaProvenendo da Capraia e Limite o da Vinci si sale su una strada panoramica che ad ogni curva regala uno scorcio straordinario sulle colline del Montalbano e sulla piana empolese. Pietramarina non è un vero e proprio punto panoramico, ma una piccola località a quasi 500 mt sul livello del mare dalla quale si può raggiungere il crinale del Montalbano e godere di una vista a perdita d’occhio sul Basso Valdarno. Per i più sportivi, lasciata l’auto o la moto presso il parcheggio del Ristorante Pinone, consigliamo l’escursione a piedi sul sentiero che conduce fino al Masso del Diavolo. La vista a 360 gradi che vi attende salendo su quest’antica formazione rocciosa non si può descrivere a parole, vi diciamo soltanto che, nelle chiare giornate più chiare, in lontananza si riesce addirittura a vedere il mare!

3- Torre di Casa Boccaccio a DSC03219Certaldo

Siamo nel borgo medievale di Giovanni Boccaccio, tra le mura e le strette vie di Certaldo, e dunque in uno dei luoghi più scenografici del nostro territorio. Visitando la Casa di Boccaccio, oltre a scoprire dettagli inediti sulla vita del grande letterato e ad esplorare la ricchissima biblioteca, si può accedere alla torre per bearsi di fronte al panorama eccezionale sul borgo e sulle incantevoli colline della Valdelsa che lo circondano. Al tramonto, quando la luce ambrata del sole tinge le mura in mattoni e i tetti delle antiche abitazioni di mille sfumature tra il rosso e l’arancio, la vista diventa ancora più spettacolare, una quinta scenica perfetta per i più romantici, un’inquadratura da non perdere per chi proprio non riesce a staccare gli occhi dall’obbiettivo.

2- Terrazza panoramica del Vinci_veduta dalla torreCastello dei Conti Guidi a Vinci

Vinci, incantevole borgo circondato da vigne e ulivi, come tutti sanno, è la città natale di Leonardo da Vinci e fanno parte del percorso di visita a lui dedicato la Casa Natale di Anchiano, l’esposizione Leonardo. Una mostra impossibile e, ovviamente, il Museo Leonardiano, la più antica collezione interamente dedicata alle macchine ideate dal Genio. Al termine della visita al Museo, salendo i 120 scalini all’interno della torre del Castello dei Conti Guidi, si raggiunge la terrazza panoramica dalla quale si possono ammirare a 360 gradi gli ‘orizzonti geniali‘ che ispirarono lo stesso Leonardo. Cercate di cogliere i dettagli del paesaggio che ricorrono anche nei dipinti e nei disegni del  Vinciano e godetevi questa vista mozzafiato!

1- Santuario della Pietrina, Montaionesantuario della pietrina

Nei pressi dalla località di Iano, raggiungibile seguendo la strada salita in direzione della localita ‘Palagio’, il Santuario della Pietrina sorge dove nel Medioevo si trovava l’omonimo Castello. Poco distante dal piccolo santuario e da ciò che resta delle antiche torri ormai circondate dalla vegetazione, su un costone roccioso, vi attende la vista sulle magnifiche colline della Valdelsa e della Val d’Era. Un luogo magico dove soffermarsi ad ammirare un paesaggio che vale l’intera visita nel cuore della Toscana. Per i più avventurosi,  partendo dal santuario consigliamo di raggiungere anche l’impressionante Falesia Masso del Becco, una parete verticale in roccia alta 50 metri, vero paradiso per gli appassionati di climbing.


Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Pin on Pinterest0Email this to someone